• condividendopoesia

DOVE STA IL MIO OLTRE?

Aggiornamento: ago 15


di Benedetto Ghielmi


Ecco, lo vedo. Al di là di tutto c'è un luogo dove non è necessario parlare perché è già tutto luminoso, eternamente infinito, degno di stima.


Ecco, lo vedo. Al di là di quell'orizzonte, al di là di quel deserto impregnato di un assordante silenzio ventoso vedremo le nostre anime candide racchiuse in un vortice di vento.


Ecco, lo vedo. Al di là di quelle incomprensioni, di quelle sofferenze abitate da sovrumani dolori ci incontreremo dove questa sofferenza sarà impregnata di senso.


Ecco, lo vedo. Al di là del mare c'è un luogo dove desidero ardentemente incontrarti fratello dove il mio e il tuo senso si incontreranno comunicando serenità e pace.


Ecco, lo vedo. Al di là di quel tutto c'è un luogo dove non esisterà più un tu e un io ma solo un noi; là accoglieremo le debolezze reciproche trasformandole in acqua che disseta l'arsura di verità.


Ecco, lo vedo. Al di là di tutto c'è un luogo dove non si sentirà più la diversità ma risuoneranno le parole ricchezza e accoglienza.


Ecco, lo vedo. Al di là di tutto c'è un luogo dove ci abbracceremo amico mio ritrovandoci un po’ diversi e più noi stessi riscoprendoci della stessa sostanza da sempre.



(dalla silloge:" Cocci di bottiglia" - Ed.2000diciassette)




9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

E BASTA

CARNE E ANIMA

LACERAZIONE