• condividendopoesia

TRA I GIUNCHI E LE PIETRE

Aggiornamento: ago 15


di Chiara Rantini


Se in questa acqua potessi specchiarmi così come fanno i caprioli all'alba e bere alla fonte della comprensione come se di nuovo apprendessi l'alfabeto.

Se soltanto io fossi come l'airone che sa e attende il suo turno se potessi volare alla sorgente e non chiedere del futuro

tra i giunchi e le pietre, nel silenzio ascolterei il canto della vita di nidi vedrei l'intreccio

di leggerezza e di vento sentirei il respiro come donna che siede e ama.




19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

E BASTA

CARNE E ANIMA

LACERAZIONE