• condividendopoesia

SENZA TITOLO


di Francesco Drago - 5a giornata





Greve

È la nuvola che sfiora le mura,

Tremende ferite inferte

Da un baritono suono,

Viscere di terra

A sviscerare un universo sereno.

Fioca luce da rughe di pietra,

Una catastrofe oggi,

Pachiderma in un oasi

Di vetro.

I ricordi si annebbiano, sbriciolati

Nel silenzio dei colli, resistono a stento

Tra inenarrabili crolli.

È il mio paese

Che si trascina colpito

Cercando respiro

Nell'infinito.








6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

AVA

OCCHI

CREDO