• condividendopoesia

TRENO STANCO


4a giornata - di Orietta Degiorgi





Arriva il testimone muto

collaboratore di mestizia.

So tutto e non parlo.

Fingo di non vedere

mentre gli amori rubati

bagnano le banchine.

Arriva il parente lontano

irriconoscibile congiunto

buono solo per il regalo

con il biglietto di ritorno

nel portafogli senza foto.

Arriva il giorno steso

ad asciugare miserie

al vento sporco della corsa

e posarsi sui sedili umili

fra valigie contraffatte.

Arrivo quando devo arrivare

cavallo elettrificato

nitrisco alla prima rotazione

pianeta d'acciaio

al suono di un fischietto

porto microcosmi indifesi.







321 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

AVA

OCCHI

CREDO