• condividendopoesia

UN VUOTO COLMO


4a giornata - di Antonella Orlandini




Un vuoto

che vuoto non è,

ma è un pieno

che riempie la mente

colmata di tanto,

ma anche di niente.


Pieno, ma pieno

che esce di fuori

strabocca ed esonda

ma non è acqua,

nemmeno è fango.


E' miele a volte,

altre volte è limone,

un dolce asprigno

che sembra pungere

come fosse una spina.


Un solo pensiero,

ma grande, che affolla,

un'idea che non sazia

e nemmeno disseta.


Non molla l'immagine

neanche un istante

tra un respiro e l'altro

raccoglie il suo fiato.


Il sogno ricorre

impregna la notte

di caldo sudore

la inzuppa e la satura, le lascia soltanto un sapore inventato.









42 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

IN UNA MORSA

SENZA TITOLO

IO MI VERGOGNO